Comunicati





2015: meno sale, ma di buona qualità. Si lavora sulla promozione

2015: meno sale, ma di buona qualità. Si lavora sulla promozione
Il Presidente della Salina, Pomicetti: “Speriamo in una anno salifero migliore”


Cervia. “Speriamo che il 2016 sia un anno salifero migliore del precedente”, così Giuseppe Pomicetti, Presidente del Parco della Salina, che dopo due anni di scarsità di sale, guarda al futuro, con la consapevolezza del tanto lavoro da fare.

“Nel 2015 – prosegue il Presidente – siamo riusciti a garantire la raccolta, a differenza dell’anno precedente, ma è indubbio che il clima atmosferico sia cambiato. Il grande caldo di agosto ha certamente aiutato, ma la pioggia eccezionale dei primi giorni di giugno 2015 e quella di meta agosto 2015, a bacini scoperti, hanno reso più difficile la concentrazione dell’acqua, già scarsa per via della non raccolta 2014 e delle forti precipitazioni che hanno sciolto buona parte del sale nel bacino. In generale però l’annata salifera 2015 verrà ricordata come scarsa, ma con una ottima qualità del sale”. La miglior raccolta fino ad ora è stata quella del 2013, di cui in aia ci sono ancora scorte.

L’attività del Parco della Salina, i cui risultati si vedono a settembre quando i cumuli del Sale Dolce nuovo svettano sull’aia, si sviluppa però in molte direzioni. “Il nostro lavoro non si ferma mai – spiega Giuseppe Pomicetti –, quello che si vede è la raccolta, ma nei lunghi mesi invernali si lavora alla manutenzione dei macchinari e naturalmente anche a fare in modo che l’ecosistema della Salina rimanga inalterato e sia sempre sano. E’ anzi questo il lavoro più delicato. A breve, insieme ad alcuni volontari, l’ex guardia forestale, Guerrino Gori, l’ufficio per le biodiversità di Punta Marina e la Cooperativa Atlantide si procederà alla realizzazione di cumuli di nidificazione dell’avifauna del parco. Da statuto la società deve mantenere l’ecosistema ambientale e garantire che la vita della salina, della sua flora e fauna, sia in salute. La collaborazione con il Comune di Cervia e la guardia forestale è continua, così come lo è con la provincia, la Regione, il Parco del Delta del Po e con il Centro Visite, che ogni anno accompagna in salina migliaia di turisti”.

“Inoltre – aggiunge Pomicetti – lavoriamo costantemente sulla promozione del marchio, del prodotto e in generale del territorio. E’ questo anzi uno dei compiti più importanti della società Parco della Salina. Lo abbiamo fatto e lo facciamo lavorando sulla comunicazione, sulla promozione, sulla produzione culturale e sugli accordi commerciali. Nel 2015 sono usciti i due volumi Dolce come il Sale e In cucina con il Sale Dolce, nei quali ripercorriamo la storia della salina e della città, ma anche l’impiego in cucina del nostro pregiato Sale Dolce. Gli accordi commerciali con la gdo, con i piccoli rivenditori di eccellenza e con Eataly ci hanno consentito di essere presenti in Italia e all’estero con il prodotto e con il marchio”.

Nel 2016 poi verranno presentati nuovi prodotti, sia nella linea alimentare, che in quella benessere. La Salina di Cervia sarà inoltre presente a numerose iniziative di promozione sull’intero territorio nazionale. E si sta già lavorando a predisporre i macchinari e i bacini per la raccolta 2016, che, si augura il Presidente, “Spero sarà abbondante come quella del 2013 e della medesima qualità di quest’anno. Ovviamente non posso pronunciarmi ora, perché la variabile clima fa la differenza, ma posso dire che per quel che riguarda il fattore umano continueremo a fare il massimo”.

Società Parco della Salina
Presidente – Giuseppe Pomicetti
Ufficio Stampa – Letizia Magnani - letiziamagnani@gmail.com - 348 731418