Comunicati





Sale di Cervia: al via la raccolta 2012

Al via dal 6 agosto la “cavadura” del sale dolce. 20 gli operai impegnati nella raccolta
Sale di Cervia: al via la raccolta
L’annata 2012 si annuncia eccezionale. Il clima e il sole hanno creato le condizioni perché il sale di quest’anno sia ottimo e per la sua prematura maturazione


Cervia. Prenderà il via il 6 agosto la raccolta del sale dolce di Cervia. La “cavadura”, per usare il termine della tradizione è il momento più importante dell’anno salifero, in quanto si concretizza il lavoro di un intero anno in salina. Viste le eccezionali condizioni meteo la raccolta 2012 si annuncia di grande qualità. Il sale nei bacini è già spesso e questo consente al Parco della Salina di antipare di circa due settimane il rito della raccolta del sale. Anche per questa annata, che quindi si annuncia ottimale per il prezioso minerale, la raccolta interesserà un intero rango, ovvero tre bacini salanti larghi circa 160 metri e lunghi circa 1 chilometro, di cui i primi due bacini ad esclusivo utilizzo alimentare, mentre l’ultimo, meno curato, ad uso industriale. Sarà questo il sale destinato alle strade, come antigelo e in caso di emergenza neve.
“Il livello di sale formatosi nei bacini salanti – spiega il Presidente del Parco della Salina di Cervia, Giuseppe Pomicetti – è in questo momento già superiore a quello dello scorso anno al 20 agosto di allora, pertanto ci sono tutte le condizioni favorevoli affinché si dia inizio alla raccolta. Il buon lavoro fatto dai nostri tecnici, coordinati da Federico Caselli, il responsabile tecnico del Parco della Salina, e le condizioni climatiche favorevoli, ci permettono di iniziare la raccolta con paio di settimane di anticipo rispetto alla normalità”.
“Già dai risultati della raccolta del salfiore di Cervia si preannuncia una raccolta estrema qualità e piacevolezza al palato – prosegue Pomicetti - e di una dolcezza inconfondibile che non altera i sapori delle pietanze. Speriamo che le condizioni meteo siano favorevoli anche durante la raccolta, al fine di assicurare una buona scorta anche per il prossimo anno”. Di sale in aia infatti ne è rimasto molto poco dal passato, poiché l’emergenza neve che si è verificata in febbraio ha costretto la salina di Cervia a porre mano al sale stoccato per far fronte a tutte le richieste. Inoltre il sale di Cervia è un prodotto sempre più ricercato per le sue qualità alimentari e la domanda è in continua crescita.
“Il trend della domanda – spiega Pomicetti – è molto lusinghiero, così speriamo che questa annata sia buona per quantità e qualità. Ci sono tutte le premesse perché ciò si verifichi. E’ motivo di grande soddisfazione sapere che la salina è in salute, che il raccolto sarà buono e che la domanda dei nostri prodotti è in continua crescita, anche perché questo ci consente di chiudere il bilancio in positivo e di avere ricavi da reinvestire nel parco, per la conservazione dell’ambiente naturale, ma anche per incentivare l’economia che il parco produce. Attualmente lavorano in salina 28 persone stipendiate. Si tratta di risultati che solo poche stagioni fa sembrano impensabili”.
La raccolta del sale, che partirà lunedì 6 agosto, impegna venti persone per un periodo di circa un mese. Inoltre è possibile, per i turisti, i cittadini, i curiosi, far visite guidate nel mondo produttivo della salina, con partenza dal centro visite del Parco della Salina alle ore 9.30. la prenotazione è obbligatoria. Info: e prenotazioni: 0544973040.

Società Parco della Salina
Presidente – Giuseppe Pomicetti
Ufficio Stampa – Letizia Magnani
letiziamagnani@gmail.com
348 7314189