CENTRALE DEL LATTE DI CESENA

Nasce da qui per esempio la collaborazione con la centrale del latte di cesena, che ha in catalogo 11 prodotti al Sale Dolce di Cervia. Si tratta di formaggi di altissima qualità alimentare, nonché bontà, nati dall’unione fra il latte fresco di provenienza certa, tracciata e certificata e il Sale Dolce di Cervia. Il latte proviene dalle stalle di Forlì, Cesena, Ravenna, Rimini e Ferrara. Il Sale Dolce ovviamente da Cervia. Fare qualità nel rispetto del territorio è la priorità di Daniele Bazzocchi, direttore della Centrale del Latte di Cesena, che ha raccolto il testimone di tutte le centrali romagnole ed emiliane. “Noi siamo una cooperativa – spiega -, l’unica realtà del territorio che lavora il latte dei propri soci. C’è quindi un legame molto forte con la Romagna, da qui anche la volontà di lavorare con la Salina di Cervia, che ormai è testimonial della qualità alimentare romagnola”. Una qualità che si trova nei formaggi freschi e stagionati al Sale Dolce di Cervia. Si tratta della Ricotta e del Fiocco di latte, ma anche del Caciottone Romagnolo. Ha dieci giorni di stagionatura il Bucciato Romagnolo, mentre il Misto Romagnolo, la Caciotta Romagnola e il Pecorino Romagnolo di giorni di stagionatura ne hanno venti. Si passa a 30 giorni di stagionatura per il Delizioso Romagnolo, il Misto Delicato. Con la buccia nera è invece inconfondibile il sapore del Pecorino Nero al Sale Dolce. “Abbiamo scelto il Sale di Cervia – prosegue Bazzocchi – perché non avendo cloruri amari dà ai formaggi un sapore davvero molto delicato. Il sale interviene nella stagionatura, insaporendo, ma senza coprire il sapore del buon latte fresco. Il sale ingentilisce i sapori e rende le paste dei formaggi davvero uniche. È un sale che dà equilibrio ai prodotti e ai sapori, il che va a vantaggio sia della qualità alimentare che del gusto”.